Acquisito un ramo d’azienda di Friul Clean

Un furgone bianco parcheggiato davanti a un magazzino per la logistica

Con un’operazione del valore di quasi 500 mila euro, ci riconfermiamo leader regionali nella logistica di magazzino

È di questo mese l’acquisizione, da parte di MSG spa, di un ramo aziendale della Friul Clean di Udine, inerente al settore logistica e magazzino.

Si tratta di un notevole passo avanti per il nostro gruppo, già a capo di un insieme di società, che, dopo l’avvio dei lavori per il nuovo hub a Ronchi dei Legionari, non accenna a fermare la sua corsa.

Infatti, oltre a riconfermarci come uno dei maggiori leader della regione nel trasporto, movimentazione e stoccaggio di beni per conto di clienti, grazie alla recente acquisizione potremo ampliare il raggio d’operatività in tutto il Triveneto.

Il valore dell’operazione, che si avvicina ai 500 mila euro, ha inoltre permesso di aumentare il numero occupazionale di 90 addetti, che si occuperanno gestione dei magazzini e della movimentazione di merci per importanti realtà a livello nazionale, come Parmalat, Susa, GSL e non ultimo SDA, che grazie all’acquisizione entra a far parte del portafoglio clienti.

Siamo molto soddisfatti di questa operazione – dichiara Elio Cecconi, Amministratore Delegato di MSG – oltre a poter ampliare il nostro livello di competenze, avremo infatti la possibilità di creare nuove sinergie fra i vari magazzini, che si traduce in maggiore efficienza e qualità di servizio per i nostri clienti. Ringraziamo i professionisti che hanno collaborato con noi per l’acquisizione: il Dottor Nicola Galluà di Confcooperative Alpe Adria, l’Avvocato Laura Candusso e il Dott. Giancarlo Padula dello studio Sviluppo Imprese Advisor”.

I numeri di MSG parlano chiaro: un ricavo 2022 di 64 milioni, un utile netto di 1,7 milioni, una posizione finanziaria netta (PFN) di 14,4 milioni e un margine operativo lordo del 10% sui ricavi oltre a più di 1300 addetti, numero in costante crescita.

Il nostro gruppo è anche uno dei più importanti operatori del Nord-Est nella fetta di mercato delle consegne a domicilio, chiamata in termini tecnici “dell’ultimo miglio” che, avvicinandoci sempre di più alle festività natalizie, ha in questo periodo dell’anno la sua massima produttività.